Google traduttore

Italian English French German Portuguese Spanish
 
In coperta
Stampa E-mail

Saliamo a bordo della barca a vela lungo la passerella pieghevole Nemo, che ci accompagnerà nelle nostre crociere, sempre pronta per farci scendere comodamente a terra. Albero, crocette e sartiame sono di dimensioni generose e la recente riverniciatura li ha riportati allo stato originale.

In testa d'albero sono presenti doppi sensori per direzione e velocità del vento, doppie carrucole per lo spinnaker e vi passano doppie drizze per le vele di prua. Uno strallo di trinchetta e relative volanti origina ai tre quarti dell'altezza. Completa l'armo un baby, ovvero uno stralletto regolabile con funzione di agevolare la curvatura e smagrire la randa. Il boma, sostenuto da un robusto vang telescopico, incorpora gli stopper per tesabugna e tre mani di terzaroli. 2 comodi winch agevolano le manovre a piè d'albero. Drizze e caricabassi sono rinviati in pozzetto e consentono la gestione totale ad un'unica persona.

Spazioso il pozzetto e generosa la superficie del tavolino esterno. Tre le entrate indipendenti, poste a poppa, al centro e nella cabina di prua che consentono l'indipendenza degli ospiti.

Un ampio gavone centrale e 2 secondari costituiscono i volumi di stoccaggio del materiale di manovra e di emergenza.

Il timone é a ruota, rivestita in pelle. Sopra la chiesuola con bussola Sestrel, sono montati gli strumenti vento/eco Tridata Raitheon serie 60.

Il tambucio é protetto da un ampio spryhood che d'inverno viene sostituito da una cappottina ridotta, per evitarne l'invecchiamento.

Sul lato destro la battagliola è interrotta e sostituita da draglie amovibili che consentono un'agevole discesa a terra. Qui trova collocazione la scaletta inox per la discesa a mare.

A prua, protetto in un gavoncino, è collocato il verricello dell'ancora. La catena scende invece sottocoperta ad abbassare, per quanto possibile, il centro di gravità. L’ancora è una CQR da 20 kg. Nel gavoncino, oltre al verricello, troviamo anche una doccetta che useremo per risciacquare l’ancora ma anche per una fresca doccia estiva.

L’avvolgifiocco è un Furlex. La trinchetta, ripiegabile a base d’albero, porta invece vele con garrocci.

La barca a vela Praneta ha una discreta dotazione di vele. Tra queste:

  • Randa steccata con 2 mani
  • Randa 3 mani
  • Genoa pesante
  • Genoa leggero
  • Genoa in mylar
  • Olimpico
  • Trinchetta
  • Tormentina
  • Spinnaker
  • MPS con calza


Le rotaie dei trasto sono lunghe e robuste. Dotate di carrello per la scotta del Genoa e carrello per la scotta della trinchetta. La posizione del carrello del Genoa si regola dal pozzetto, azionando una cimetta rinviata su carrucole. Le 2 volanti, temporaneamente fissare alla base delle sartie, si montano esclusivamente quando di intende mettere al vento la trinchetta.

I winches sono Barbarossa e sono 2 per il genoa, 2 per lo spinnaker o altra vela di prua, 2 sono sulla tuga per le drizze ed i caricabasso/alto, a valle di 8 robusti stopper.